Oasi del wwf

L'oasi affiliata Wwf "Il Cesto del Lupo" si trova a Limestre, alla periferia di  San Marcello.
E' stata inaugurata nel settembre 2006. E' un'area montana, compresa tra le quote di 600 e 1.200 metri, caratterizzata da ampie superfici boscate e da prati-pascoli in parte ancora utilizzati.
Sotto il profilo faunistico ci sono elementi di particolare interesse: primo fra tutti il lupo, simbolo dell'oasi, che in anni recenti è tornato spontaneamente sull'Appennino pistoiese.
Molto numerosi sono gli ungulati di media e grossa taglia (capriolo, muflone, cervo, daino e cinghiale) e i roditori come l'istrice, lo scoiattolo e il ghiro.
Tra i mammiferi carnivori, oltre al lupo, sono presenti la volpe, la faina e la donnola.
Anche l'avifauna risulta ricca e diversificata.
Tra i rapaci diurni, l'astore, il biancone, la poiana, il falco pecchiaiolo e l'aquila reale, che nidifica non lontano.
Presenti anche il picchio rosso maggiore, il picchio rosso minore, il picchio verde e un gran numero di piccoli passeriformi legati ad ambienti boschivi e ad ambienti aperti.
L'oasi è aperta dal 15 marzo a fine ottobre.
Le visite sono esclusivamente guidate, secondo un programma annuale e solo su prenotazione ai seguenti recapiti: tel. 340-1443395 oppure 0573-6171, email oasi.ilcestodellupo@kme.com .
Da notare che l'oasi affiliata Wwf fa parte del Dynamo Camp, il grande villaggio-vacanza per bambini gravemente malati realizzato dalla fondazione Dynamo insieme all'organizzazione internazionale "Hole in the = Wall", fondata dall'attore americano Paul Newman.
Link:

www.wwf.it
www.dynamocamp.it
 


Orto botanico

L'orto botanico forestale dell'Abetone, nell'alta valle del Sestaione, comprende per 3/4 una zona a bosco ed è costituita dalla foresta originale appenninica, mentre la parte restante è occupata da un piccolo giardino roccioso e da un laghetto.
La visita dell'orto, oltre a rappresentare un momento ricreativo, offre la possibilità di conoscere più a fondo la natura dell'ambiente montano e può essere un luogo di formazione professionale e specializzazione naturalistica.
Un itinerario permette di visitare la riserva di abete rosso di Campolino, un altro attraverso i boschi della Val Sestaione giunge a Le Regine.
Il polo didattico di Fontana Vaccaia con i suoi apparati scientifici, documentari e ricerche, completa la visita all'orto.


Sport

La montagna pistoiese, per le sue caratteristiche morfologiche, offre l'opportunità di praticare attività sportive all'aria aperta, che sono alquanto fortificanti e rilassanti per il corpo e lo spirito.
Innanzitutto, il comprensorio è un autentico paradiso per gli sciatori.
Abetone è famoso nel mondo per le gesta sportive di campioni come Zeno Colò, Celina Seghi e Vittorio Chierroni.
La stazione conta su ben 50 chilometri di piste e oltre 20 impianti di risalita.
In estate, si può fare trekking, percorrendo sentieri con 165 chilometri di sviluppo segnalati dal Montagna Pistoiese Trekking, che si ricollegano con i percorsi Gea e Cai.
Per fare escursioni, camminate e brevi passeggiate non occorrono speciali attitudini, è sufficiente un po' di allenamento e di prudenza, sempre consigliabile a chi va in montagna.
Mulattiere ed antichi sentieri sono percorribili anche dai cicloturisti, che utilizzano la mountain-bike.
Un altro modo per conoscere la montagna, in questo caso dall'alto, è quello di praticare il parapendio.
Esistono terrazze naturali, apposite ed autorizzate per chi ama questo sport, che soddisfa il sogno di volare dell'uomo.
Tra gli sport più praticati, c'è anche la pesca: il territorio, solcato da fiumi e torrenti particolarmente ricchi di salmonidi come il Reno, il Sestaione, la Lima, il Limentra e la Limentrella, favorisce questa attività.
Lungo il fiume Lima, inoltre, è possibile navigare con la canoa per un tratto di circa 11 chilometri.
La conformazione del letto fluviale e la pendenza rendono più impegnativo il tratto a monte, dal ponte sospeso a quello di Lucchio, mentre l'ultimo tratto appare meno difficoltoso.

Link:

www.pistoia.turismo.toscana.it
www.lamontagnapistoiese.it

Per la redazione dei testi è stata basilare la collaborazione della professoressa Gabriella Aschieri, autrice del libro "A spasso per la montagna pistoiese - Itinerario di una comunità".

 


 



Links:
Ferienvilla Italien